Camera di Commercio di Catania

Il sito Ufficiale della Camera di Commercio di Catania: iniziative, novità e tutto quanto di interesse per le imprese e le aziende

Google-Plus

Menu

Orari al Pubblico
ORARI AL PUBBLICO:
dal lunedi al venerdi
08:30 - 12.00
il martedi anche
15:45 - 17:45
Indirizzi e PEC
Camera di Commercio
Via Cappuccini, 2
95124 - CATANIA
Telefono giallo
(+39)0957361111
fax
(+39)0957361301

PEC:
cciaa.catania@ct.legalmail.camcom.it

Altri contatti e mappa
Area riservata

Acquacoltura

Attention: open in a new window. | Print |

Promozione

L'acquacoltura è un'attività in costante sviluppo, con un'attenzione particolare al rispetto per l'ambiente e alla qualità dei prodotti, si presenta come una valida alternativa per far fronte alla crescente domanda di prodotti ittici.

L'acquacoltura siciliana nel panorama nazionale rappresenta da sempre un importante polo produttivo. Da secoli, infatti, le saline del trapanese vengono utilizzate per l'allevamento di specie marine pregiate, sia lungo i canali di collegamento delle saline che nelle cosiddette "vasche fredde" utilizzate per il primo stadio della coltivazione del sale. Nell'ultimo decennio la fisionomia del settore ha subito una profonda trasformazione, con il proliferare di nuovi impianti ad elevato contenuto tecnologico che utilizzano, nella maggior parte dei casi, tecniche di maricoltura, siano esse gabbie galleggianti, sommergibili o sommerse.

Le favorevoli condizioni climatiche hanno permesso alla regione Sicilia di inserirsi tra le prime a livello nazionale, per volumi produttivi legati soprattutto alla piscicoltura marina e salmastra ed a caratterizzarsi come la più significativa realtà produttiva italiana, per quanto riguarda l'allevamento ittico in mare aperto.

E' indubbio che, a fianco dello sviluppo tecnologico, grande merito va attribuito anche alla imprenditoria siciliana, che ha permesso a questo settore, più di altri, uno sviluppo così sostenuto.

La maricoltura rappresenta, inoltre, una valida alternativa soprattutto per gli addetti della piccola pesca a strascico, che opera nella fascia costiera; lo sviluppo è peraltro motivato dalla crescente domanda di prodotti ittici e dallo stato di depauperamento di alcuni stock.

L'area siciliana rappresenta circa il 20% del volume di allevamento nazionale di specie eurialine; gli impianti più rilevanti sono in provincia di Siracusa, Agrigento e Trapani che da sole rappresentano il 92% dei volume produttivo regionale; altre iniziative sono presenti a Filicudi (ME) e Favignana (TP).

 

Fonte:

Fondi strutturali - Regolamento (CE) n. 1260/99. Quadro Comunitario di Sostegno per le regioni italiane dell'obiettivo 1 (2000-2006). Programma Operativo Regionale Sicilia 2000-2006. N. 1999.IT.16.1.PO.011. ALLEGATO 2. Analisi del settore della pesca e dell'acquacoltura (Adottato con Deliberazione n. 206 del 31 maggio 2004)

Usiamo solo cookies tecnici per migliorare la navigazione e statistici anonimi. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information