Camera di Commercio di Catania

Il sito Ufficiale della Camera di Commercio di Catania: iniziative, novità e tutto quanto di interesse per le imprese e le aziende

logo Etna Quality
Google-Plus

Menu

Anfore, Carretti e Pupi siciliani

Anfora (quartara): La quartara è un recipiente in terracotta, dalle antiche origini contadine, di medie dimensioni e fornito di due grossi manici nella parte superiore; molto simile ad una giara è stato per millenni utilizzato in Sicilia per trasportare e conservare acqua o vino.
Una versione più piccola ma di forma simile, veniva usata per tenere e rinfrescare l'acqua da bere. Veniva chiamata “u bummulu”. Le quartare vengono oggi acquistate a scopo decorativo per  l'arredamento di rustici e ville di campagna.
L'esterno della quartara era tipicamente decorato, ma quelle per l'uso giornaliero venivano lasciate senza decorazione.
Le quartare, in occasione di feste popolari, venivano e vengono tutt'ora usate come strumento musicale: soffiandoci dentro, il vaso emette suono cupo, tipico accompagnamento musicale (insieme allo scacciapensieri “u marranzanu” nelle musiche popolari e folcloristiche.

Carretti: il carretto è composto dal funnu di càscia, cioè il pianale di carico prolungato anteriormente e posteriormente da due tavulàzzi, sul quale sono montati parallelamente due masciddàri (dal siciliano mascidda, "mascella") ovvero le sponde fisse del carretto, e un puttèddu (portello posteriore) removibile per agevolare le operazioni di carico e scarico. Ogni masciddaru è suddiviso equamente in due scacchi (i riquadri in cui vengono dipinte le scene), nel putteddu invece vi è uno scacco centrale fra due scacchi più piccoli. Gli scacchi sono divisi da un segmento verticale che congiunge i pannelli al funnu di cascia: 6 in legno chiamati barrùni equamente divisi fra masciddari e putteddu, 2 in metallo denominati centuni presenti solo sui masciddari.

Questa sezione "contenitiva" sormonta il gruppo portante del carretto chiamato traìno, il quale comprende le aste e la cascia di fusu, a sua volta costituita da una sezione di legno intagliato sormontata da un arabesco di metallo. Nei carretti alla patrunàli meno pregiati, la preziosa cascia di fusu viene sostituita dalle balestre.

Fra le aste sotto i tavulazzi vengono montate due parti in legno chiamate chiavi, una anteriore ed una posteriore. La prima altro non è che una semplice barra ricurva, la seconda invece consiste in un bassorilievo intagliato rappresentante una scena, solitamente cavalleresca, che può assumere diversi gradi di pregevolezza.

Ciascuna delle due ruote è composta da 12 raggi definiti in siciliano iammòzzi (iammi, "gambe"), che congiungono il mozzo al cerchione, spesso arricchiti da intagli a fitte sezioni parallele (impòsti) o addirittura da soggetti scolpiti quali fiori, aquile, sirene, o teste di paladino.

Nel catanese le sponde di carretto sono rettangolari, la tinta di fondo è rossa come la lava dell'Etna e gli intagli e le decorazioni si presentano più ricercati e meglio rifiniti, allontanandosi dallo stile semplice del palermitano. Nelle produzioni più moderne i quadri contemplano la tridimensionalità prospettica, la gamma di tonalità si arricchisce e le sfumature e i chiaroscuri si fanno più incisivi.

 

Pupi: Marionette di antichissima tradizione per inscenare l' "Opera dei Pupi" che racconta le gesta dei Paladini di Carlo Magno. I Pupi, nella tradizione, venivano costruiti dagli stessi pupari che li utilizzavano, poi, nelle “Opere” rappresentate. Costituiscono oggi PATRIMONIO DELL'UMANITA' sotto il patrocinio dell'UNESCO. I pupi catanesi sono, probabilmente, più antichi dei pupi palermitani e da questi differiscono per:

  • maggiore peso;
  • maggiori dimensioni;
  • “maniante” sovrastante (nei pupi palermitani sta in posizione laterale). Da qui anche differenza nell'utilizzo dello “spazio”. Il pupo catanese si muove in linea parallelamente allo sfondo, mentre il pupo palermitano occupa tutto lo spazio del palco;
  • ginocchio non articolato;
  • arma non rinfoderabile/sfoderabile;
colori carnagione non lucidi.


Ordina per:

Mandarinetto in quartara siciliana - Liquorificio dell'Etna


Quartara Siciliana (anfora ) dipinta a mano è alta cm. 19 contiene liquore: Mandarinetto dell’Etna ml. 500 vol. 28%
[Dettagli...]


Pupi Siciliani - Teatro Macrì


Costruzione e vendita di Pupi Siciliani e realizzazione di personaggi del repertorio classico delle storie cavalleresche.
[Dettagli...]


Spettacoli di Pupi Siciliani - Teatro Macrì


Spettacoli di Pupi Siciliani su tutto il repertorio delle storie epiche cavalleresche
[Dettagli...]



  • «« Inizio
  • « Prec
  • 1
  • Succ »
  • Fine »»
Risultati 1 - 3 di 3
Ultimo Aggiornamento: Четверг, 17 Август 2017 07:52

Usiamo solo cookies tecnici per migliorare la navigazione e statistici anonimi. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information