Camera di Commercio di Catania

Il sito Ufficiale della Camera di Commercio di Catania: iniziative, novità e tutto quanto di interesse per le imprese e le aziende

Google-Plus

Menu

Orari al Pubblico
ORARI AL PUBBLICO:
dal lunedi al venerdi
08:30 - 12.00
il martedi anche
15:45 - 17:45
Indirizzi e PEC
Camera di Commercio
Via Cappuccini, 2
95124 - CATANIA
Telefono giallo
(+39)0957361111
fax
(+39)0957361301

PEC:
cciaa.catania@ct.legalmail.camcom.it

Altri contatti e mappa
Area riservata

Metrologia legale: la verificazione

Attention: open in a new window. | Print |

La Camera di Commercio garantisce, con propria strumentazione, la verificazione periodica degli strumenti per pesare e per misurare volumi, rispettivamente fino alla portata di 30 kg e 20 litri.
Per gli strumenti eccedenti i limiti sopra specificati e per le altre categorie di strumenti  ad obbligo di verificazione, la Camera, con i campioni messi a disposizione dall’utente - ovvero da un laboratorio idoneo secondo i criteri l’impiego di campioni e attrezzature particolari - la verificazione periodica può essere effettuata dalla stessa stabiliti al successivo punto.

La verificazione periodica è effettuata presso la sede dell’ Ufficio Metrico della Camera di  Commercio, ove possibile, ovvero, su richiesta degli utenti interessati, presso il luogo di utilizzazione dello strumento.

In tal caso, l’utente deve inoltrare richiesta all’Ufficio Metrico della Camera di Commercio compilando l’ pdf_small.gif apposito stampato .Per le stazioni di servizio, occorre utilizzare il pdf_small.gif mod 2 .

La verificazione avviene previo bonifico bancario (IBAN:  IT 98 Z 03393 16900 000010800001 - BIC CODE  SVECIT31)  presso la Banca sviluppo economico spa intestato alla Camera di Commercio di Catania per  l’importo pari a quello determinato dalla   pdf_small.gif tabella delle tariffe per la verifica degli strumenti metrici (per i distributori stradali di carburanti, è in vigore altra pdf_small.gif tabella tariffe )

Le bilance semplici, a sospensione inferiore, stadere ed i pesi a corredo degli strumenti non possono essere verificati a domicilio.

L’esito positivo della verificazione periodica è attestato dal funzionario della Camera di Commercio, responsabile della operazione, mediante contrassegno apposto su ogni strumento, utilizzando un’etichetta autoadesiva distruttiva con la rimozione, di colore verde,le cui caratteristiche sono quelle indicate nell’allegato 2 al Decreto 182/2000.

L’Ispettore metrico non può apporre l’etichetta, di cui al precedente comma, sugli strumenti che risultino fuori del campo degli errori massimi ammissibili prescritti dalla normativa vigente, che presentino difetti che pregiudicano l’affidabilità metrologica, ovvero caratteristiche metrologiche o tecniche non idonee all’attività svolta dall’utente (es.classi di precisione di cui al D.M. 21/12/84). In tal caso, l’ispettore metrico rilascia l’ “Ordine di Aggiustamento”/Presentazione, compilato secondo il modello previsto dalla Camera di Commercio.
Gli eventuali ricorsi agli Ordini di Aggiustamento/Presentazione vanno inoltrati al Segretario Generale della Camera di Commercio, che può richiedere parere tecnico al Ministero dello Sviluppo Economico- Direzione Generale dell’armonizzazione e tutela del mercato - Ufficio D3.

Gli strumenti metrici riparati, sia a seguito di “ordine di aggiustamento” che indipendentemente da questo, potranno essere utilizzati dopo nuova verifica da parte dell’Ufficio Metrico ovvero, dopo la presentazione della richiesta di verificazione a domicilio.
In tal caso la domanda verrà fatta dall’utente mediante la medesima richiesta di verifica, compilata e sottoscritta anche nella parte di competenza dal fabbricante metrico che ha effettuato la riparazione, secondo quanto previsto dalla circolare del Ministero dello Sviluppo Economico (già MICA) n. 62/97.

Al fine di garantire l’inalterabilità metrologica degli strumenti nel periodo intercorrente tra l’intervento di riparazione e l’esecuzione della verifica periodica, il riparatore (fabbricante metrico) deve apporre dei sigilli provvisori riportanti l’impronta del marchio di fabbrica, predisponendo per i bolli a tenaglia un piombo per la successiva legalizzazione da parte dell’Ispettore metrico. In assenza dei predetti sigilli, la responsabilità della rimozione dei bolli legali viene trasferita direttamente all’utente metrico, senza pregiudizio delle sanzioni al fabbricante, qualora venisse individuato.


Gli obblighi di verifica dovranno essere espletati anche ogni qual volta vengono danneggiati i sigilli di chiusura e vincolo presenti sugli strumenti, ovvero risulti rovinata l’etichetta autoadesiva di verifica, di cui al precedente punto.

L’utente può effettuare la verificazione periodica dei propri strumenti anche presso un Ufficio Metrico di una Camera di Commercio diversa da quella di propria competenza. In tal caso, eseguita la verificazione periodica, l’ispettore metrico ne darà comunicazione a quest’ultima Camera di Commercio, avvalendosi anche di mezzi informatici.

Usiamo solo cookies tecnici per migliorare la navigazione e statistici anonimi. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information