Camera di Commercio di Catania

Il sito Ufficiale della Camera di Commercio di Catania: iniziative, novità e tutto quanto di interesse per le imprese e le aziende

Google-Plus

Menu

Nuovo bando Campagna Arancia Rossa

Attention: open in a new window. | Print |

Bandi di gara e contratti

arance_rosse

Bando per l'affidamento dei servizi di progettazione e realizzazione di una campagna istituzionale a carattere pubblicitario volta alla promozione per sviluppare l'identificazione della provincia di Catania e della città di Catania con l'arancia rossa e per incrementare il consumo di spremute di arancia rossa nella provincia etnea: La provincia di Catania è la provincia italiana con la maggiore produzione di arance rosse varietà tarocco, moro sanguinello, con circa 20.000 ettari e 4,5 milioni di quintali. Le aziende interessate alla produzione agrumicola sono oltre 10.000.

Determinazione del Segretario Generale n° 123/2011 e Bando

 

 

 

Domande e risposte:

  • Cosa si intende per " servizi nell'ambito dell'internazionalizzazione"?
Per l'art 4 comma 3 si specifica che il fatturato da realizzare nel triennio è relativo a servizi attinenti la progettazione e realizzazione di campagne pubblicitarie, dal momento che la riportata espressione "servizi di internazionalizzazione" è frutto di mero errore materiale.
  • L'agenzia xxxxx ha svolto diversi lavori nell'arco di 20 anni di attività, prevalentemente per aziende private e multinazionali, ma non possiede la certificazione di cui al comma 4,  in quanto quest'ultima viene solitamente rilasciata da enti pubblici. La produzione di questa documentazione è condizione essenziale per la partecipazione?
Per l'art 4 comma 4 la certificazione richiesta non deve essere necessariamente rilasciata da enti pubblici, bensì dai soggetti committenti, intendendosi l'espressione "enti" riferita a qualunque soggetto pubblico o privato che abbia commissionato il lavoro.
  • in riferimento all’art 5 del bando di gara (Modalità di partecipazione alla gara) è corretta l’interpretazione secondo cui non è ammesso alcun subappalto?
L'art. 5 comma 6 impone tassativamente all'impresa partecipante l'impegno a non subappaltare o concedere in cottimo ad altre imprese tutto o in parte della fornitura del servizio. Il dettato del Bando non può dare adito a interpretazioni diverse dal significato letterale espresso chiaramente;
  • in riferimento all’art. 7.B del capitolato d’oneri (Contenuto dell’offerta tecnica) è corretta l’interpretazione per cui sono sufficienti bozzetti e/o storyboard degli spot, con descrizione di come essi verranno realizzati, oppure è necessario presentare già una copia-lavoro di tutti i materiali, inclusi lo spot televisivo e quello radiofonico?
L'art. 7 lettera B del Capitolato d'Oneri (Contenuto dell'Offerta tecnica) può essere correttamente interpretato con la produzione in sede di gara di bozzetti e/o storyboard degli spot con una esauriente descrizione di come essi verranno realizzati.
  • Nel "Contenuto dell'offerta tecnica" - sez. B "Proposta creativa" si parla di formati video e audio (relativamente per spot televisivo e radiofonico) che presuppongono la produzione completa dei due servizi.
    Vanno realizzati i prodotti finiti o ci si può fermare - come accade solitamente per i lavori di agenzia - all'idea creativa sviluppata in script (per radio) e soggetto (per tv), eventualmente accompagnato da sceneggiatura?
Si chiarisce che la realizzazione dei formati video e audio non è necessario realizzare il prodotto finito bensì lo script e/o il soggetto dell'idea creativa con la sceneggiatura.
Così come specificato nella risposta a precedente similare quesito, è possibile produrre bozzetti e storyboard degli spot con una esauriente descrizione  di come essi verranno realizzati
  • All'art. 1 del capitolato d'oneri, nell'elenco dei beni e  servizi oggetto della fornitura (lett. epsilon), si fa riferimento ad un "elenco degli esercizi che hanno aderito all'iniziativa"; questo elenco di esercizi sarà lo stesso a cui l'agenzia aggiuducataria dovrà far riferimento per la distribuzione del materiale pubblicitario previsto dal bando (locandine e totem)?
L'elenco degli esercizi è in corso di definizione. Solo nel prodotto finito, ad aggiudicazione del bando, potrà essere indicato l'elenco nella brochure pubblicitaria. La distribuzione riguarderà principalmente gli esercizi aderenti e alcuni punti chiave (piazze o vie principali) della città.
  • In sede di formulazione dell'offerta economica bisogna far rientrare nell'importo base d'asta anche il costo per la distribuzione/spedizione di questo materiale agli esercizi di cui sopra?
Il costo della distribuzione e/o spedizione del materiale agli esercizi sarà a carico dell'aggiudicatario.
  • Questo elenco degli esercizi aderenti all'iniziativa è già disponibile?
L'elenco degli esercizi pubblici aderenti al progetto è in corso di definizione e alla data odierna hanno aderito circa 25 esercizi.
  • E' previsto uno schema di formulazione dell'offerta economica?
Non vi è uno schema predefinito dalla stazione appaltante per la formulazione dell'offerta economica.
  • All'art. 6 del capitolato d'oneri, alla lettera "A" si fa riferimento a "relativi importi" da specificare in sede di presentazione dell'offerta tecnica in riferimento agli strumenti di comunicazione da adottare per la campagna pubbblicitaria. Questi importi sono da specificare sia in sede di offerta tecnica che economica?
Gli importi economici vanni indicati in sede di offerta tecnica ed economica.
  • Nell'importo base d'asta sono compresi anche questi costi di cui al quesito precedente?
Tutti i costi previsti nel bando vanni ricompresi nell'importo a base d'asta.
  • L'art. 4 punto 4 richiede che sia stato realizzato "negli ultimi cinque esercizi almeno un servizio relativo ad attività di cui al presente bando per un valore non inferiore ad un quarto dell’importo a base d’asta con risultati positivi, comprovati da regolare certificazione rilasciata dagli enti medesimi attestante il buon esito o l’andamento dell’incarico."
    Vanno bene contratti per almeno 2 anni con lo stesso cliente, per cui viene seguita la comunicazione e servizi inerenti (grafica, video) in tutti i suoi ambiti?
    Il nostro ambito di lavoro riguarda solo i servizi richiesti dal bando, quindi in ogni caso tutto il nostro volume d'affari rientra in questo. 
Art. 4 punto 4 del Bando di Gara "che abbiano realizzato negli ultimi cinque esercizi almeno un servizio relativo ad attività di cui al presente bando per un valore non inferiore ad un quarto dell’importo a base d’asta con risultati positivi, comprovati da regolare certificazione rilasciata dagli enti medesimi attestante il buon esito o l’andamento dell’incarico".
Si ritiene ammissibile la realizzazione di un lavoro frutto di un contratto di due anni con lo stesso committente, con il carattere della continuità del servizio prestato.
  • Nel capitolato d'oneri (ART.3) si elencano le 'caratteristiche specifiche che, a pena l'esclusione, dovranno tutte essere contemplate nell'offerta tecnica':
    al punto 3., p. 16, riguardante gli spot televisivi e radiofonici è scritto che 'i prodotti devono essere forniti anche in versione elettronica per la pubblicazione sul sito internet' e, più avanti, all'ART.7, p.18 è scritto che "Per ciascuna categoria potrà essere realizzato uno dei formati indicati:
    2) Video: 2a) formati riproducibili con etc....."
    Nel caso in cui già in questa sede dovessimo produrre il girato tv e la registrazione radio il formato di entrambi deve essere di 30''?
ART. 3 punto 3 Spot televisivo e radiofonico - la realizzazione definitiva in sede di aggiudicazione gara devrà avere, per entrambe le tipologie, il formato di 30".
La proposta creativa per temi va indirizzata secondo diversi soggetti rispetto ai target.
  • Si chiede di specificare cosa si intende precisamente per 'più soggetti a rotazione' relativamente agli spot radio (p.16 del capitolato). Si tratta di diversi soggetti rispetto ai target oppure di diversi soggetti rispetto alle proprietà dell'arancia rossa? Inoltre, dobbiamo presentare  gli script con più soggetti a rotazione già in questa sede di offerta tecnica, oppure si tratta di un servizio che realizzerà l'aggiudicatario dell'appalto?
  • a pagina 17, punto 5.  si parla di "promuovere attraverso la realizzazione di manifesti una comunicazione integrata e modulare che illustri, per temi, il prodotto arancia rossa ed il territorio di riferimento". Cosa si intende 'per temi'? Si tratta di diversi soggetti rispetto ai target oppure di diversi soggetti rispetto alle proprietà dell'arancia rossa?
La proposta creativa per temi va indirizzata secondo diversi soggetti rispetto ai target.
  • E' vincolante alla partecipazione questa certificazione di qualità? O è legata ad un punteggio nella selezione?
ART. 5 Bando di Gara - "Modalità di partecipazione alla gara" Punto 6.1 lettera q). La certificazione di qualità fa parte della documentazione da presentare obbligatoriamente a pena di esclusione.
  • Siccome presenteremo l’offerta dopo il 17/09, teniamo presente la nuova aliquota al 21%, oppure, nonostante la nuova aliquota sia entrata in vigore, facciamo riferimento al 20% di IVA calcolato al momento di emanazione del bando?
Si chiarisce che l'offerta economica deve essere presentata con un ribasso d'asta che tenga conto dell'IVA vigente al momento della presentazione dell'offerta
  • Sul capitolato d’oneri, all’art. 5 “Modalità di partecipazione della gara”, viene indicato che le offerte dovranno essere recapitate alla C.C.I.A.A. di Catania a mezzo postale o brevi manu entro le ore 13.00 di lunedì 26 settembre 2011. Il servizio postale offre la possibilità di effettuare la spedizione del plico con raccomandata, ma non garantisce il recapito entro l’orario di ricevimento della C.C.I.A.A. di Catania. Con la presente chiedo, quindi, se sia possibile spedire il plico contenente l’offerta, tramite agenzia di recapito autorizzata.
Si specifica che l'art. 5 del Bando di Gara indica quale condizione di ammissibilità che l'offerta pervenga in plico chiuso e sigillato entro e non oltre le ore 13 di lunedì 26 settembre 2011. L'impresa è libera di scegliere la modalità di recapito e quindi anche mediante un corriere.
  • Articolo 3, punto 3 (pagina 16) "DISTRIBUZIONE: i media che il Committente intende utilizzare sono le radio nazionali con programmazione pubblicitaria a diffusione almeno provinciale e le emittenti televisive a maggiore diffusione locale." Dovremmo considerare solo radio nazionali - capaci di coprire tutto il territorio italiano, ma indubbiamente molto costose, ammesso che si trovino programmi a diffusione così ridotta - escludendo le radio regionali e provinciali (ad esempio Radio Telecolor, Radio SIS, ecc.)?
Si risponde affermativamente al quesito posto, specificando che è possibile utilizzare radio locali di maggiore diffusione.

Usiamo solo cookies tecnici per migliorare la navigazione e statistici anonimi. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information