Camera di Commercio di Catania

Il sito Ufficiale della Camera di Commercio di Catania: iniziative, novità e tutto quanto di interesse per le imprese e le aziende

Google-Plus

Menu

SISTRI - SIStema controllo Tracciabilità Rifiuti

Attenzione: apre in una nuova finestra. | Stampa |

Registro delle Imprese


ministero_ambiente_logoAndranno gradualmente in soffitta il MUD, i formulari di identificazione e i registri di carico e scarico rifiuti.
I contenuti relativi al SISTRI presenti su queste pagine sono forniti a puro titolo  informativo. Le informazioni ufficiali, indicazioni, FAQ e guide relative al SISTRI sono reperibili presso il sito ufficiale: www.sistri.it
Rimangono esclusi i produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche che continuano ad ottemperare agli obblighi di comunicazione di cui al d. lgs. n. 151/2005 secondo le disposizioni preesistenti, mentre i gestori di RAEE sono tenuti ad aderire al SISTRI e, pertanto, assolvono agli obblighi di comunicazione annuale attraverso il nuovo sistema.
Il sistema di gestione dei rifiuti, infatti, verrà completamente gestito da sistemi informatici che consentono il monitoraggio anche del trasporto degli stessi rifiuti.
Il SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) nasce nel 2009 su iniziativa del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per permettere l'informatizzazione dell'intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale e dei rifiuti urbani per la Regione Campania.
Il Sistema semplifica le procedure e gli adempimenti riducendo i costi sostenuti dalle imprese e gestisce in modo innovativo ed efficiente un processo complesso e variegato con garanzie di maggiore trasparenza, conoscenza e prevenzione dell'illegalità.
È questo il motivo per cui è stato realizzato il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti SISTRI, la cui gestione è stata affidata al Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente.

Gli soggetti che si iscrivono al SISTRI secondo le procedure di iscrizione previste, entro 48 ore dalla ricezione dei dati, riceveranno, via e-mail o via fax o per telefono al numero indicato, la comunicazione di aver ricevuto i dati e l’indicazione del numero pratica assegnato a seguito dell’avvenuta iscrizione al sistema SISTRI successivamente, nel più breve tempo possibile, dovrà essere effettuato il pagamento del contributo di iscrizione SISTRI di sua competenza per acquisire i dispositivi elettronici ad esso spettanti:
chiavi USB che consentono la gestione dei dati precedentemente registrati sui formulari di identificazione e i registri di carico e scarico rifiuti. Le chiavi contengono un software di identificazione dell'utente, gestione dei dati e comunicazione diretta in tempo reale.
“Black box” contenente anche un sistema GPS per la tracciatura dei percorsi effettuati dai veicoli di trasporto
apparecchiature di sorveglianza per monitorare l’ingresso e l’uscita degli automezzi dagli impianti di discarica. .

Il decreto legislativo di recepimento della Direttiva 2008/98/CE relativa ai rifiuti, di prossima emanazione, conterrà apposite sanzioni nei confronti di tutti coloro che violano gli obblighi di registrazione e comunicazione prevista dalla norma.

Dopo la ricezione del numero di pratica gli utenti riceveranno via e-mail o via fax o per telefono al numero indicato la comunicazione dell’appuntamento fissato per il ritiro dei dispositivi (sempre che abbiano effettuato e comunicato al SISTRI l'avvenuto pagamento del contributo) presso:
  • la Camera di Commercio Industria, Agricoltura e Artigianato (CCIAA) territorialmente competente della sede legale o dell’unità locale di riferimento;
  • la Sezione regionale o provinciale dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali territorialmente competenti per le imprese di trasporto;
  • l’Associazione imprenditoriale, che ha sottoscritto apposita convenzione con la Camera di Commercio territorialmente competente, a cui l’impresa è iscritta e di cui intende avvalersi.
L'operazione di ritiro dei dispositivi è semplice e veloce. Ciascun operatore, infatti, troverà il kit già predisposto e personalizzato.
Il ritardo nel pagamento del contributo determinerà il ritardo nella consegna degli strumenti informatici.

Per le seguenti categorie di soggetti l’art. 7 comma 1 del DM 17/12/2009 stabilisce con chiarezza i soggetti che possono avvalersi delle modalità operative semplificate. Tali soggetti sono:
  •  le imprese che raccolgono e trasportano i propri rifiuti pericolosi di cui all'articolo 212, comma 8, del decreto legislativo 3 aprile 2006 , n. 152 (cioè, non più di 30 kg o 30 l di rifiuti pericolosi al giorno);
  • gli imprenditori agricoli di cui all'articolo 2135 del codice civile con un volume di affari annuo non superiore a ottomila euro che producono rifiuti pericolosi;
  • i soggetti la cui produzione annua non eccede le dieci tonnellate di rifiuti non pericolosi e le due tonnellate di rifiuti pericolosi;
  • tutti coloro che aderiscono al SISTRI su base volontaria, ovvero i soggetti di cui all'articolo 1, comma 4, del DM 17/12/2009.
La modalità semplificata consiste nella possibilità di delega a una associazione imprenditoriale o sua a società di servizi.
La delega vede essere fatta successivamente all’iscrizione ed al pagamento dei contributi. I soggetti che si avvalgono delle modalità operative semplificate verranno comunque dotati dei dispositivi elettronici; le associazioni imprenditoriali o le società di servizi di loro diretta emanazione che ricevono la delega, saranno in possesso di USB abilitate anche alla gestione della documentazione informatica di tali soggetti.
Qualora i soggetti che rientrano nelle categorie previste dall’articolo 7, comma 1, del decreto ministeriale 17 dicembre 2009 intendano avvalersi delle modalità operative semplificate concesse loro dal predetto decreto ministeriale 17 dicembre 2009, devono delegare le associazioni imprenditoriali a cui sono iscritti, o le loro società di servizi, utilizzando il modello di delega che sarà reso disponibile sul sito www.sistri.it
La delega dovrà essere redatta in carta semplice, ma la firma del legale rappresentante del soggetto delegante dovrà essere autenticata o da un notaio ovvero da un altro pubblico ufficiale a ciò autorizzato.
Le associazioni imprenditoriali e/o le loro società di servizi, delegate dai soggetti di cui all’art. 7, comma 1 del decreto ministeriale 17 dicembre 2009, dovranno, a loro volta, iscriversi al SISTRI, pagando il contributo previsto nell’Allegato II, per la loro categoria di appartenenza, e dotarsi di un dispositivo USB mediante il quale provvederanno, per conto di ciascun soggetto delegante, a compilare il registro cronologico e le singole Schede SISTRI, ferma restando, a carico dei soggetti deleganti, la responsabilità delle informazioni fornite nel sistema SISTRI.

Usiamo solo cookies tecnici per migliorare la navigazione e statistici anonimi. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information