Camera di Commercio di Catania

Il sito Ufficiale della Camera di Commercio di Catania: iniziative, novità e tutto quanto di interesse per le imprese e le aziende

Google-Plus

Menu

Sportelli legalità e Sicurezza

Attention: open in a new window. | Print |

Progetti e iniziative

Legalità e sicurezza

"Sportelli Legalità e Sicurezza" presso le Camere di Commercio Siciliane

Obiettivo generale dell'iniziativa:

L'iniziativa rappresenta un'azione pilota che l'Unione delle Camere di Commercio della Sicilia ha predisposto ed offerto a livello nazionale finalizzata alla diffusione della pratica e della cultura della legalità e della sicurezza.

La stessa è stata riproposta anche sulle nuove proposte per il Fondo di Perequazione 2004.
L'obiettivo primario del progetto è, quindi, l'attivazione, presso le Camere di Commercio siciliane, di "sportelli dedicati" sul tema della legalità e della sicurezza, con la finalità precipua di attivare una rete di soggetti, impegnati nella diffusione della cultura della legalità e della sicurezza.

Le fasi del progetto:

- Analisi del contesto socio economico territoriale in cui operano le Camere.
Sarà effettuata una attenta valutazione per la selezione e l'individuazione di eventuali partners per lo sviluppo del progetto, quali le associazioni antiracket ed antiusura, Consorzi Fidi, associazioni di categoria, associazioni no profit ed organizzazioni sindacali.

- Analisi, studi e ricerche sulle imprese siciliane che sono interessate a promuovere "azioni positive" al tema della Legalità e della Sicurezza

- Formazione del personale che è stato indicato dalle singole Camere di Commercio, quale responsabile degli Sportelli insieme con i Promotori, che sono risorse esterne di questo Progetto, sulle varie tematiche che sono collegate allo svolgimento delle previste attività progettuali.

- Attività di implementazione degli "Sportelli Legalità e Sicurezza" delle 9 Camere di Commercio Siciliane, con l'obiettivo di informare, orientare ed offrire servizi utili all'affermazione della cultura e della pratica della legalità.

- Messa a regime ed implementazione della sezione web, dedicata agli "Sportelli Legalità e Sicurezza", all'interno delle Camere di Commercio della Sicilia, per una maggiore visibilità e un più rapido accesso alla rete, anche da parte degli utenti.

- La creazione di un network camerale consentirà l'offerta di informazioni e di assistenza sui temi collegati al fenomeno dell'illegalità, della tutela dell'ambiente, dell'immigrazione, delle pari opportunità, dell'inserimento dei disabili e su specifici strumenti.

Inoltre, mediante l'individuazione delle Camere di Commercio siciliane aderenti sempre allo stesso progetto, potrebbe addivenirsi alla condivisione ed allo scambio reciproco di esperienze ed informazioni.
Saranno, altresì, realizzati partenariati con Comuni, Province, Ministeri, Università, Centri di ricerca, le varie Organizzazioni Sindacali ed Associazioni di Categoria, ivi comprese quelle dei consumatori, Consorzi Fidi, unitamente agli Assessorati Regionali coinvolti nella tematica di che trattasi.
Gli strumenti promozionali previsti riguardano, da un lato, la comunicazione multimediale per il tramite di un apposito link creato sul sito web dell'Unione delle Camere di Commercio, dall'altro la realizzazione di eventi divulgativi in sede locale, oltre alla predisposizione di vario materiale informativo.

La realizzazione del Progetto permetterà alle Camere di Commercio siciliane, innanzitutto, di svolgere un nuovo ruolo anche nell'ambito di una più generale politica a supporto delle imprese, in relazione al tema della Legalità e della Sicurezza, diventando così catalizzatori, anche in detto settore, di un nuovo processo di informazione, di un accompagnamento ed assistenza alle P.M.I. siciliane.

La gestione del Progetto per gli "Sportelli Legalità e Sicurezza", inoltre, consentirà alle Camere di Commercio siciliane ed a tutto il suo Sistema Camerale, nel suo insieme, di poter rafforzare il ruolo di supporto e tutela alle sue imprese.

Le attività progettuali:
  1. offrire al mondo delle attività produttive un punto di riferimento informativo e tecnico, costituito dalla rete delle Camere di Commercio, così consentendo una nuova condivisione delle varie esperienze e delle informazioni;
  2. sviluppare la capacità di questa rete di gestire un sistema informativo caratterizzato da contenuti, aggiornati, che dia voce a tutti i soggetti coinvolti nell'iniziativa;
  3. aumentare la collaborazione con le imprese, le loro Associazioni, quelle antiracket ed antiusura insieme con tutte quelle di tutela dei diritti dei consumatori, per favorire una maggiore condivisione delle finalità del progetto, nell'intento di valorizzare le iniziative specifiche;
  4. ampliare ulteriormente la percezione presso le P. M. I., gli imprenditori, le Associazioni di categoria, che la Camera di Commercio è sempre più organizzata come un'istituzione dalla parte delle aziende che tende a crescere insieme a loro;
  5. assistere e supportare in forma diretta le imprese, cittadini-clienti e Associazioni a sostegno della lotta contro l'usura il racket e la criminalità mafiosa, attraverso lo Sportello Informativo Camerale nelle procedure di Legalità e Sicurezza.

Scendendo funditus le attività progettuali vanno distinte in :

Nelle attività di rappresentanza si innesta il ruolo dei Presidenti in quanto, nel loro ambito sono previste le competenze di seguito riportate:

Contatto con le Prefetture al fine di poter acquisire l'elenco delle organizzazioni anti-usura ed anti-racket presenti sul territorio.

Ai Presidenti delle Camere di Commercio è rimessa la facoltà di intervenire per:

- Laddove ve ne fosse richiesta, il Coordinamento delle attività progettuali predisporrà la bozza della lettera da inviare alla Prefettura, nella quale sarà contenuta una descrizione sommaria del Progetto, delle finalità perseguite e del soggetto incaricato a tal fine dalla Camera come Promotore-Borsista.

- Una volta acquisito l'elenco di cui sopra, sarà cura dei Promotori-Borsisti procedere al censimento delle associazioni, al fine di aggiornare i dati ivi contenuti, chiarire l'ambito di operatività delle stesse ed individuare i soggetti cui poter fare riferimento.

- Convocazione delle Associazioni di settore al fine di poter attivare la rete sui territori, condizione necessaria al funzionamento degli sportelli.

Gli incontri di che trattasi mirano ad instaurare ed intrattenere i rapporti necessari alla definizione di una serie di attività e procedure utili alla predisposizione di un Protocollo Operativo, a livello provinciale, con le Prefetture.

Per quanto concerne le attività operative in esse si innesta il delicato ruolo che viene essere svolto dai Segretari Generali, ai quali sono demandati numerosi compiti, che qui di seguito descritti.

Individuazione di un Dirigente e di un Funzionario da preporre alla gestione dello Sportello Legalità nelle persone della Dr. Agata Inserra e della Dr. Gabriella Perciabosco.

L'attività di formazione che è stata già avviata nello scorso mese di Luglio sulle seguenti tematiche:
Norme anti-usura ed anti-racket;
Gestione dello sportello.

Poiché è previsto l'intervento di un giurista e di un penalista che forniranno un quadro generale della legislazione vigente; l'intervento di un esperto di tecnica bancaria; uno di front office e di uno psicologo, sono già in corso i relativi accordi.

Individuazione del luogo in cui poter allocare gli Uffici dello Sportello Legalità che dovrà essere sito all'interno dei locali della Camera, dovrà garantire la necessaria riservatezza ed essere dotato di tutti i confort che si renderanno necessari in base al caso ed alle indicazioni che i soggetti incaricati vorranno fornire a seguito del periodo di formazione.

Gli uffici dello "Sportello Legalità e Sicurezza", oltre che delle necessarie dotazioni d'ufficio si avvarranno anche di un protocollo riservato per garantire la tutela dei dati super sensibili, che verranno acquisiti nell'espletamento delle varie attività, da quelle di relazione sino a quelle attuative.

Per lo svolgimento di tutte le attività fin qui descritte è previsto il contributo costante dei Promotori-Borsisti i quali assumeranno il ruolo di COMUNICATORI, nei riguardi delle istituzioni e dei soggetti esterni alle Camere di Commercio e di FACILITATORI, in ordine alle attività che quest' ultime sono chiamate a svolgere all'interno del loro territorio, a livello provinciale.

Avvio delle attività:
Una volta costituito lo Sportello potrà darsi avvio alle attività promo - diffusionali ed alla attivazione del link sul sito dell'Unione Regionale.

Fra le finalità precipue del Progetto vi è, inoltre, la stabilizzazione dei costituendi Sportelli "Legalità e Sicurezza", anche attraverso la loro implementazione, anche in vista delle successive annualità.

Per tale ragione sarà anche cura del Coordinamento del Progetto, d'intesa con i vertici delle Camere, unitamente a tutti agli operatori Camerali coinvolti nelle relative attività, individuare le figure dotate delle professionalità necessarie al funzionamento degli Sportelli ed i soggetti che, mossi anche da uno spirito di tipo volontaristico-solidaristico, mostrino una disponibilità ad instaurare eventuali stabili e gratuiti rapporti di collaborazione.

Il progetto è coordinato da Agata Inserra, con la collaborazione di Gabriella Perciabosco

Usiamo solo cookies tecnici per migliorare la navigazione e statistici anonimi. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information